Author Topic: Italiano - Italian  (Read 3175841 times)

Offline stephan

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 4651
  • Gender: Male
Re: Italian
« Reply #90 on: Mar 21, 2006, 07:11 AM »

(...)
Da parte sua apprezzamento per il pudore, la semplicità, la delicatezza con la quale questa storia è stata raccontata e....grandi lodi alla Hathaway per i motivi che potete ben immaginare!D' altra parte io ero, al solito, in deliquio per Ennis/Ledger!


Questo non mi stupisce...  :D

Quote
Infine 2 NOTE FACETE : CARO STEPHAN, RICAMBIO IL TUO BACIO e...Coaguaro... mi unisco ai complimenti dei francesi per il tuo avatar (come potrebbe essere altrimenti?)


Te l'ho detto anch'io, Coguaro. L'avatar... sexissimo !

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
There are places we can't return...
« Reply #91 on: Mar 21, 2006, 07:18 AM »
Ripensando al trailer in lingua originale di BBM e, fra le altre che compaiono su fondo nero, alla frase che dà il titolo a questo post mi venivano alla mente le parole del libro. "Per anni e anni si aggirarono tra i pascoli alti e le valli dei fiumi, portando i cavalli tra le Big Horne, i Medicine Bow, l'estremità meridionale delle Gallantin, gli Absaroka, i Granite, gli Owl creek, la catena delle Bridger-Teton, le Freezeout e le Shirleys, i Ferris e i Rattlesnake, la catena delle Salt River, e più volte ai Wind River, le Sierra Madre, i gros Ventre, i Washakie, i Laramie, MA SENZA MAI TORNARE A BROKEBACK." Nella versione italiana del film, invece, durante l'ultimo incontro-litigio fra Jack ed Ennis si accredita l'idea che essi siano in quel momento a Brokeback e vi siano sempre tornati in tutti quegli anni. Non ricordo perfettamente le parole della traduzione, ma ricordo bene che questa è stata la mia impressione ascoltando Jack, la prima volta che ho visto il film, quando ancora non avevo letto il libro. Nella V.O. non è così, come il trailer giustamente sottolinea; e anche nella screenplay, che sto leggendo in questi giorni, si parla di Wyoming Mountains e non di Brokeback. Non avrebbe senso altrimenti quella frase: ci sono posti dove non possiamo tornare. Frase che infatti nel trailer italiano non compare. Ennesima inesattezza e pressappochismo dell'adattamento italiano. Il racconto originale, come visto, è chiarissimo e non è un caso. Il fatto che i due non ritorneranno mai più sulla Brokeback ha un significato molto importante. Quella montagna è il simbolo di un assoluto che è stato esperito in quella lontana estate e che però è destinato a rimanere irripetibile. E' un paradiso perduto che per definizione non può essere riconquistato. Tutta la vita successiva non può che essere la disperata, affannosa ricerca di un surrogato, che però, come dice bene Jack, non basta mai. Inoltre accreditare l'idea che Ennis e Jack tornino sempre tutti gli anni a Brokeback instilla nello spettatore una ingiustificata sensazione di vuota ripetitività. "[...] e adesso tutto quel che abbiamo è Brokeback Mountain. Tutto costruito su quello. E' tutto quel che abbiamo, cazzo...". Tutto quello che hanno è il RICORDO di quell'estate su quella montagna. "Affondò il volto nella stoffa aspirando lentamente con bocca e naso, sperando di trovarvi un debole residuo dell'odore di tabacco e artemisia, del sudore dolcigno e salato di Jack, ma non conservava un vero odore, SOLO IL RICORDO, IL POTERE IMMAGINATO DI BROKEBACK MOUNTAIN di cui restava solo ciò che reggeva tra le mani."
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #92 on: Mar 21, 2006, 07:27 AM »

Guarda, Pierluigi, che nella famosa scena finale del commiato, anche nella versione originale in inglese, Jack, volgendosi verso il lago dice chiaramente che a  loro non resta che Brokeback Mountain!
Io lo ricordo, ma se hai ancora incertezze al riguardo posso rivederla ,quella scena, in v.o. e confermarti il fatto!
Ciao :)

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
Re: Italian
« Reply #93 on: Mar 21, 2006, 07:34 AM »
Sì, lo so che Jack fa quel gesto verso il lago, che crea ambiguità. Però nella screenplay non si fa cenno a questo gesto, quindi è stata una aggiunta da parte dell'attore o del regista al momento di girare la scena. E però il trailer americano, come dicevo, riporta quella frase che è inequivocabile: e i trailer, si sa, sono loro stessi dei piccoli film nei film, molto curati. Dunque, dicevo, rimane l'ambiguità, anche perché altri con cui ne ho parlato propongono una terza interpretazione possibile, coerente anche con la screenplay: Jack con quel gesto indica le montagne sullo sfondo, fra cui ci sarebbe Brokeback, ma loro in quel momento non sono a Brokeback.
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #94 on: Mar 21, 2006, 07:45 AM »
Non ho il libro sotto mano.
Dove ambienta questo incontro la Proulx?

Confermo a proposito della versione originale che ho visto ieri : Jack indica chiaramente Brokeback Mountain e, per parte mia, ho sempre pensato che la scena fosse ambientata lì. Il che renderebbe più efficace anche la sovrapposizione con il flashback dell'abbraccio

P.S. Stephan, mi fai troppo ridere!  ;D
My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #95 on: Mar 21, 2006, 08:27 AM »
Sì, lo so che Jack fa quel gesto verso il lago, che crea ambiguità. Però nella screenplay non si fa cenno a questo gesto, quindi è stata una aggiunta da parte dell'attore o del regista al momento di girare la scena. E però il trailer americano, come dicevo, riporta quella frase che è inequivocabile: e i trailer, si sa, sono loro stessi dei piccoli film nei film, molto curati. Dunque, dicevo, rimane l'ambiguità, anche perché altri con cui ne ho parlato propongono una terza interpretazione possibile, coerente anche con la screenplay: Jack con quel gesto indica le montagne sullo sfondo, fra cui ci sarebbe Brokeback, ma loro in quel momento non sono a Brokeback.

Pierluigi, ora ti posso assicurare con assoluta certezza quanto ho detto prima:quel luogo è Brokeback Mountain. Ho riascoltato tutta la scena nella v.o. e molto chiaramente
Jack lo dice senza ombra di dubbio, esattamente corrispondente alla versione italiana.
 E' inequivocabile che si tratti del luogo dove tutto inizia e finisce come lui dice e, purtroppo è vero, perché sarà l'ultima volta che vedrà il suo Ennis
« Last Edit: Mar 21, 2006, 08:30 AM by Mars »

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
Re: Italian
« Reply #96 on: Mar 21, 2006, 08:30 AM »
Ora, dire che Jack indica "chiaramente" Brokeback Mountain è un po' esagerato. Che poi quella sia l'impressione nello spettatore, sono il primo ad averlo detto!
E comunque la Proulx quando introduce quei loro ultimi giorni assieme nel maggio del 1983 dice: "In May of 1983 they spent a few cold days at a series of little icebound, noname high lakes, then worked across into the Hail Strew River drainage." E poi, scusa, non ho citato prima per intero il passo in cui la Proulx dice chiaro e tondo che loro "never returning to Brokeback"???
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #97 on: Mar 21, 2006, 08:33 AM »
Ora, dire che Jack indica "chiaramente" Brokeback Mountain è un po' esagerato. Che poi quella sia l'impressione nello spettatore, sono il primo ad averlo detto!
E comunque la Proulx quando introduce quei loro ultimi giorni assieme nel maggio del 1983 dice: "In May of 1983 they spent a few cold days at a series of little icebound, noname high lakes, then worked across into the Hail Strew River drainage." E poi, scusa, non ho citato prima per intero il passo in cui la Proulx dice chiaro e tondo che loro "never returning to Brokeback"???

Pierluigi, lascia stare la novella!
Qui parliamo del film che è tutta altra cosa, anche su altri punti, come sai.
Rivediti la versione in lingua originale e te ne convincerai.

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #98 on: Mar 21, 2006, 08:43 AM »
Ora, dire che Jack indica "chiaramente" Brokeback Mountain è un po' esagerato. Che poi quella sia l'impressione nello spettatore, sono il primo ad averlo detto!
E comunque la Proulx quando introduce quei loro ultimi giorni assieme nel maggio del 1983 dice: "In May of 1983 they spent a few cold days at a series of little icebound, noname high lakes, then worked across into the Hail Strew River drainage." E poi, scusa, non ho citato prima per intero il passo in cui la Proulx dice chiaro e tondo che loro "never returning to Brokeback"???

Chiedo venia. Ammetto di aver letto un po' distrattamente il tuo post perché al lavoro.
"Chiaramente" suona effettivamente troppo perentorio (le parole sono importanti...).
Resta comunque la netta impressione che quella scena si svolga proprio a Brokeback.

My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
Re: Italian
« Reply #99 on: Mar 21, 2006, 08:47 AM »
Dispiace che qui consideriate così poco il racconto originale della Proulx. E' un peccato, perché film e racconto vivono in simbiosi...non si può capire fino in fondo l'uno senza aver letto l'altro, e viceversa. A mio modestissimo parere, ovviamente. Però dopo aver visto il film 5 volte in italiano e 1 in versione originale, aver letto e riletto il racconto, aver letto mezza sceneggiatura, aver visto interviste, aver discusso per un mese di BBM sul forum di 35mm.it con persone intelligentissime...insomma qualcosina mi pare di saperla del film...o no? :'(
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #100 on: Mar 21, 2006, 08:51 AM »

"What we got now, it's Brokeback Mount" dice Jack volgendosi verso il lago e indicando con le mani...che altro dire?

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #101 on: Mar 21, 2006, 08:59 AM »
...insomma qualcosina mi pare di saperla del film...o no? :'(

Dai, Artifact! Né io né Mars abbiamo messo in discussione la tua conoscenza del film!
Stiamo solamente confrontando le nostre interpretazioni sulle singole scene.

Su quella della morte di Jack ci sarebbe ad esempio molto da discutere.....

My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #102 on: Mar 21, 2006, 08:59 AM »
Pierluigi il film trova indubbiamente ispirazione dal racconto.
Questo non può negarsi. Ma non è identico allo stesso.
Prova ad immaginare la stupenda seconda scena nella tenda.
Nella novella semplicemente non c'è. Gli stessi personaggi
femminili sono enormemente rafforzati rispetto alla novella.
Alcune battute sono quasi identiche, altre diverse!
Lo sai che la Proulx, vera artista, si è "lamentata" per esempio
della scena presso il Motel? Perché Ang Lee ritenne di sfinarla alquanto...
Mi guardo bene dal non considerare la storia della Proulx!!
Però sono creature differenti e questa è una realtà.
Io dico il mio parere: senza la storia non ci sarebbe stato
il film. Ma il film che opera d'arte che è!
Ciao Pierluigi, ciao Frances :)
« Last Edit: Mar 21, 2006, 09:02 AM by Mars »

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #103 on: Mar 21, 2006, 09:01 AM »
Ciao ad entrambi.

I'm going back to work (con la testa, perché la mia pausa pranzo sarebbe finita da un pezzo!)
My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #104 on: Mar 21, 2006, 09:03 AM »

Frances ahimé tocca anche a me!!

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #105 on: Mar 21, 2006, 09:11 AM »

Pierluigi volevo dirti che stimo molto il tuo contributo come quello di Frances ed il mio...naturalmente!
In questo forum stai tranquillo che non ci sono sopraffazioni di sorta né competizioni...vivaddio!
Sono solo interpretazioni personali di gente che ha amato questa esperienza diversa dalle altre.
Credimi, sono veramente contento di "parlare" con te! :D
Ci sentiamo più tardi, devo tornare al lavoro! :(

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
Re: Italian
« Reply #106 on: Mar 21, 2006, 10:40 AM »
E' verissimo che ci sono alcune (non moltissime) differenze fra il racconto e il film. D'altronde però il legame è molto forte. Senza dubbio la screenplay e la regia hanno dovuto fare delle scelte, una delle quali è quella di "massacrare" la scena del Motel...ne ho già discusso altrove. E, anche se non mi risulta che la Proux si sia "lamentata" (d'altronde il legame con cast e crew è molto forte, visto che c'era anche lei al Kodak Theatre agli Oscar insieme a tutti gli altri), quella scena lì, come è nel libro, un po' mi manca nel film. Però sicuramente Ang Lee ha trovato una sua cifra per questa storia, pur nel sostanziale rispetto della racconto originario. Certo, già la sceneggiatura introduceva novità come la seconda notte nella tenda (semplicemente meravigliosa), ma credo che la differenza, più grande sia nella caratterizzazione del personaggio di Ennis. E qui entrano in gioco regista e attore. Che hanno creato un personaggio ancora più introverso, tormentato e dolente di quello descritto da Annie Proulx. Questa più che altro è la grande differenza, che muta leggermente l'atmosfera generale della storia e credo si porta dietro alcune scelte come quella di cancellare alcuni particolari o anche solo la notte d'amore vent'anni dopo al freddo (cui la Proulx accenna, prima della scena madre del litigio). E però alla fine voglio ribadire che mai come per questo film si devono considerare assieme racconto originale, sceneggiatura e lavoro del regista e del direttore della fotografia. Perché è proprio dal confronto reciproco che si colgono sfumature molto interessanti.
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline coguaro

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 2381
  • Gender: Male
Re: Italian
« Reply #107 on: Mar 21, 2006, 11:07 AM »
Certo racconto e film sono diversi perchè i duoi mezzi artistici sono completamente diversi (cinema/racconto) e perchè l'obiettivo finale era forse diverso (secondo me Ang Lee, con pragmatismo e genialità, perseguendo una "politica dei piccoli passi", ha pensato anche agli spettatori più refrattari a tematiche omosessuali, mentre la storia originale è stata più di nicchia, per quanto famosa).Ang Lee ha ammorbidito molti momenti diciamo politicamente poco accettabili dal grande pubblico (..pensiamo al modesto imbarazzo provato da fidanzato di frances in occasione della scena della prima tenda.. immaginate se avesse assistito alla scena del Motel letterale... o se avesse rappresentato scene di autoerotismo di Ennis o gli innumerovoli incontri sessuali di Jack... insomma forse imbarazzava anche me!). 

Mi fa piacere che vi piaccia il mio avatar  ;) E' una foto di Ennis... cioè Heat colto in un suo lato molto "ennissiano" ;)

un saluto a tutti!!!

PS: che bello trovare tanti Italiani appassionati!! Per un po' mi sono sentito solo
I swear... I will never mistake again...

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #108 on: Mar 21, 2006, 12:35 PM »
Ang Lee ha ammorbidito molti momenti diciamo politicamente poco accettabili dal grande pubblico (..pensiamo al modesto imbarazzo provato da fidanzato di frances in occasione della scena della prima tenda.. immaginate se avesse assistito alla scena del Motel letterale... o se avesse rappresentato scene di autoerotismo di Ennis o gli innumerovoli incontri sessuali di Jack... insomma forse imbarazzava anche me!). 


Oso? Oso. A me non sarebbe poi così  dispiaciuto!
Tutto vero quello che dici, Coguaro. Meglio così, meglio che Ang Lee abbia fatto le scelte che ha fatto.

E però...chi ha visto "Happy Together" di Wong Kar Wai sa di cosa parlo....aaaaaahhhhh...(sospiro)......

My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #109 on: Mar 21, 2006, 01:09 PM »

Concordo pienamente con quanto asserito da Coguaro che non si deve mai più sentire solo, perché ora ci siamo anche noi!
Mi piacciono molto le considerazioni di Pierluigi su Ennis
 ;)

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #110 on: Mar 21, 2006, 01:21 PM »

ma credo che la differenza, più grande sia nella caratterizzazione del personaggio di Ennis. E qui entrano in gioco regista e attore. Che hanno creato un personaggio ancora più introverso, tormentato e dolente di quello descritto da Annie Proulx.


Perdonatemi, lo so di essere LEGGERMENTE di parte

New Yorker - Anthony Lane

In the end, this is Heath Ledger’s picture. There is no mistaking Jake Gyllenhaal’s finesse (look for the wonderful scene in which he can’t look—his jaw tightening as Ennis, still just a friend, strips to wash, just past the corner of his eye), but it is Ledger who bears the yoke of the movie’s sadness. His voice is a mumble and a rumble, not because he is dumb but because he hopes that, by swallowing his words, he can swallow his feelings, too. In his mixing of the rugged and the maladroit, he makes you realize that “Brokeback Mountain” is no more a cowboy film than “The Last Picture Show.”




My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #111 on: Mar 21, 2006, 01:30 PM »
Sì, certo Frances
Penso sia vero. Personalmente preferisco Jack-Jake, come si evince agevolmente dal mio atavar.
Però occorre anche sforzarsi di essere obiettivi.Heath è bravissimo. "Nulla quaestio"
Sono contento che ora sei anche tu una Lureen. I complimenti te li voglio fare anche nella nostra
lingua! ;D

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
Re: Italian
« Reply #112 on: Mar 21, 2006, 01:42 PM »
Thank you Mars...
Io non credo che Ang Lee abbia voluto essere più politically correct del libro (il quale poi non è mica tanto vero che ha avuto un successo solo di nicchia...). Questo è ciò che molti pensano, alcuni addirittura glielo rimprovano quasi come mancanza di coraggio. Io invece penso che Ang è stato tremendamente politically in-correct, per alcuni fondamentali motivi. La messa in scena così delicata e sincera non voleva essere un accorgimento per non disturbare troppo, bensì lo strumento per sancire la validità universale di un sentimento, in termini assoluti, anche se fra due persone dello stesso sesso. Ang Lee, con il suo stile impeccabile, puro, lindo, leggero, semplicissimo dona alla storia un potenzialità evocativa decisamente fuori dal comune. Attraverso gli strumenti formali, l'iconografia del genere western, ma anche gli schemi narrativi classici del melodramma, egli inscrive la storia di Ennis e Jack nella quotidianità, nella storia dell'umanità vera. E questo secondo me è un atto rivoluzionario, perché sconfessando ogni stereotipo (sessuale) distrugge anche l'ultimo baluardo auto-difensivo di una società che si dire liberal e poi non esita a rinchiudere "l'altro" in schemi fissi e ingessati.
"Perché Brokeback Mountain è un film venato dal più profondo malessere, un atto di forza di immenso valore intellettuale, estetico e soprattutto filosofico. L'America di Ang Lee è quella dell'immensa frontiera, che ancora è tale tanto geograficamente quanto socialmente; dove l'amore percorre vie tortuose e difficili, ma che arriva lo stesso con la sua forza devastante a illuminare la grande solitudine, come la visione di un meraviglioso paesaggio sulle vette di una montagna del Wyoming dopo un'inerpicata. Brokeback Mountain è probabilmente l'outing più importante della storia del cinema, tanto delicato e sincero da sfidare chi vorrà strumentalizzarlo contro l'omosessualità a non cadere nella posizione inversa, e di ritrovarsi cioè ad essere volgari, insinceri, opportunisti."
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #113 on: Mar 21, 2006, 01:48 PM »
Sì, certo Frances
Penso sia vero. Personalmente preferisco Jack-Jake, come si evince agevolmente dal mio atavar.
Però occorre anche sforzarsi di essere obiettivi.Heath è bravissimo. "Nulla quaestio"
Sono contento che ora sei anche tu una Lureen. I complimenti te li voglio fare anche nella nostra
lingua! ;D

Grazie, caro!

La verità è che tutti noi vorremmo essere Jack, abbracciare la vita con il suo entusiasmo e passione.
E però, inevitabilmente..a toccarci (a toccarmi, almeno) è di più il personaggio di Ennis con le sue paure, debolezze, rimpianti.
E Ledger (al di là della predilezione fisica, che mi sembra di aver espresso più che esaurientemente) ha reso il personaggio con una sensibilità ammirevole, è “entrato nella sua pelle” come ho letto da qualche parte, non ricordo dove

OK. C’est tout.
A dopo. A domani. Non so.
Cinema per me, anche stasera. Non BBM però!
My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #114 on: Mar 21, 2006, 01:51 PM »

Pierluigi,
molto efficace l'accenno all'outing!
Scusa l'igoranza : il periodo è virgolettato, riporti qualche critica?
Ciao

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #115 on: Mar 21, 2006, 01:54 PM »
Sì, certo Frances
Penso sia vero. Personalmente preferisco Jack-Jake, come si evince agevolmente dal mio atavar.
Però occorre anche sforzarsi di essere obiettivi.Heath è bravissimo. "Nulla quaestio"
Sono contento che ora sei anche tu una Lureen. I complimenti te li voglio fare anche nella nostra
lingua! ;D

Grazie, caro!

La verità è che tutti noi vorremmo essere Jack, abbracciare la vita con il suo entusiasmo e passione.
E però, inevitabilmente..a toccarci (a toccarmi, almeno) è di più il personaggio di Ennis con le sue paure, debolezze, rimpianti.
E Ledger (al di là della predilezione fisica, che mi sembra di aver espresso più che esaurientemente) ha reso il personaggio con una sensibilità ammirevole, è “entrato nella sua pelle” come ho letto da qualche parte, non ricordo dove

OK. C’est tout.
A dopo. A domani. Non so.
Cinema per me, anche stasera. Non BBM però!


Buona visione, Frances! Ci mancherai un pochino..... ::)

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
Re: Italian
« Reply #116 on: Mar 21, 2006, 01:58 PM »
Sì, Mars, riportavo le parole di un articolo pubblicato sul web ai tempi della Mostra di Venezia e di cui mi ero salvato il pezzo che mi era piaciuto...quindi ora come ora non ricordo più né di chi è, né da dove l'ho preso. ;D
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline Mars

  • Red Planet
  • Mod Squad
  • Jack + Ennis
  • ***
  • Posts: 111235
  • Country: it
  • Gender: Male
  • Heath Ledger and Jake Gyllenhaal 2 actors 1 legend
Re: Italian
« Reply #117 on: Mar 21, 2006, 02:05 PM »

Non ha realmente importanza conoscerne la paternità.
Però è bello e originale.
Grazie per avercelo fatto conoscere.Personalmente l'ignoravo.

Offline The Artifact

  • Ennis
  • ******
  • Posts: 1245
  • Gender: Male
  • "...said Jack, trembling like a run-out horse."
Re: Italian
« Reply #118 on: Mar 21, 2006, 02:20 PM »
Scusate se vi tedio con un'altra citazione. Ma la recensione che riporto qui di seguito riassume alcune delle cose che ho cercato di dire prima...
 
"Brokeback Mountain è un intenso e commovente melodramma di impianto classico. La particolarità dell'operazione sta nel fatto che l’impedimento alla realizzazione della storia d’amore tra i due protagonisti viene dal loro sesso. Ennis Del Mar (Ledger) e Jack Twist (Gyllenhaal) sono due maschi che si amano, e il Wyoming degli anni ’60 non li può tollerare.
Brokeback Mountain è l'adattamento cinematografico del racconto omonimo - in Italia “Gente del Wyoming” - di E. Annie Proulx, già autrice, fra l'altro, del romanzo “Avviso ai naviganti” da cui Lasse Hallström ha tratto nel 2001 the Shipping news.
L'ispirazione della Proulx proviene direttamente dalla lunga osservazione della realtà, "l'esame dell'omofobia di campagna nella terra del Nobile, Puro e Grande Cowboy" (Annie Proulx, "About Brokeback Mountain"). Due cowboy in senso stretto - pascolano mucche per vivere -, Ennis e Jack sono calati pienamente in un contesto western realistico, con cui in nessun modo sono in contrasto attivamente. Sono outsider, ma non sono due emarginati che rifiutano la società in cui vivono. Accettano fin troppo il loro ruolo all’interno della loro realtà. Per questo il Wyoming è, prima di tutto, nella loro testa. O almeno in quella di Ennis, che rifiuta in modo più deciso la passione che nasce tra i due.
Nel west di Brokeback Mountain non c’è più frontiera. La tensione alla scoperta, alla conquista, alla lotta, è diventata lotta per la sopravvivenza. Ma, contemporaneamente, lo spirito di frontiera rimane. Anche se non c'è più terra da conquistare. Nel film, la traccia di questa violenta contraddizione culturale non è sottolineata, ma la si avverte implicita nel momento stesso in cui si viene immersi nella cultura americana nella sua forma forse più originale. Quella, appunto, dei resti di ciò che era la vita dei pionieri.
La notte di sesso che dà inizio alla relazione tra Ennis e Jack sembra inizialmente solo un accadimento particolare della loro esistenza, un incidente di vita, un episodio di frontiera. Mentre è l'inizio di una storia d'amore profonda e necessaria. La cui transitorietà è invocata spesso da Ennis, in aperto contrasto con la realtà. Oltre che di un amore forse impossibile, il film è la storia di una negazione impossibile. Tanto quanto il terrore di vivere la relazione, i due sono torturati dall'impossibilità di negarlo. Ed è questa tensione, in particolare, che lacera la coppia.
Proprio come il west ormai conquistato, fra Ennis, Jack e la vita si scatenano tensioni contraddittorie. La passione spontanea li costringe ad esplorare la loro sessualità, mentre le regole della società - da loro introiettate - gli chiedono di respingere i loro istinti per creare una famiglia tradizionale.
Quando Ennis e Jack sono sulle montagne, la loro identità è sospesa in una situazione idilliaca, dove inibizioni e regole non hanno valore. I due sono quello che sono, e si amano. Quando scendono in città si amano ancora, ma la loro identità deve ora confrontarsi con la vita sociale. Un discorso pienamente melò e insieme molto semplice. Proprio per questo estremamente coinvolgente.
È ancora più interessante, soprattutto nel confronto col contesto sociale (Hollywood e l'America contemporanea) che lo ha prodotto, che Brokeback Mountain non sia una realizzazione degli esponenti di quello che viene comunemente etichettato come "New Queer Cinema". Ossia di autori che sono personalmente impegnati nei loro film a portare avanti un discorso politico e sociale sull'omosessualità - personalità come Derek Jarman, Gus Van Sant, John Waters, Gregg Araki, Todd Haynes. Il regista e i protagonisti di Brokeback Mountain non solo non sono attivisti gay, ma sono dichiaratamente eterosessuali. Il film è chiaramente privo di una tensione militante, e mostra così ad Hollywood la possibilità di trattare l'argomento come qualsiasi altro tema narrativo. E di trattarlo, per di più, in un contesto assolutamente anomalo anche per il cinema gay. Come nota il critico Ruby Rich, "la grande maggioranza di opere del New Queer Cinema erano drammi urbani, ambientati a New York o Chicago, Portland o Londra" (Ruby Rich, Hello cowboy, "Guardian Unlimited", 23 settembre 2005). Invece "Brokeback Mountainè una tragedia romantica grandiosa, che si aggiunge alle fila della grande letteratura e del grande cinema" (ibidem), un'operazione classica che punta ad una partecipazione emotiva che va oltre il discorso sulla sessualità. Operazione che l'industria non può ignorare. Costato infatti la cifra irrisoria di 14 milioni di dollari, il film ha ripreso i costi di produzione già durante le prime due settimane di programmazione negli Stati Uniti - e in distribuzione limitata a poche città. Mostrando così che un prodotto del genere - che ricade nella schiera di quelli maggiormente temuti dall'industria hollywoodiana, insieme ai film con tematiche religiose - possiede un pubblico consistente (e crescente), oltre al grande consenso di critica (che gli è valso fra l'altro il Leone d'oro all'edizione 2005 della Mostra del Cinema di Venezia).
Il regista Ang Lee (la Tigre e il dragone, Hulk) racconta con grande partecipazione una storia semplice, piccola e forte, sostenuta da due attori perfetti e un uso puntuale e ficcante dell’ambientazione. Il risultato è un racconto intimo e realistico, che crea enorme empatia con tutti i personaggi. Una storia di forza straordinaria, sia quando racconta i passaggi tortuosi di un amore straziante che gli ordinari dettagli di vita di due personaggi normali che si trovano in circostanze eccezionali. Proprio come vuole la rodata regola spielberghiana. Solo che qui le circostanze straordinarie non sono luoghi esotici o situazioni fantastiche. Sono le regole non scritte di una società."
(Luca Persiani, su www.offscreen.it)
"I've always had lots of dreams when I sleep. The dreams have always been about the future. The future in my dreams was always bright. A future brimming with hope and peace. So I've always loved to sleep."

(Nimura's character in Bright Future, by Kiyoshi Kurosawa)

Offline frances

  • Jack + Ennis
  • *
  • Posts: 5153
  • Gender: Female
Re: Italian
« Reply #119 on: Mar 21, 2006, 02:23 PM »
E invece dovremmo proprio "stanare" chi ha scritto tale meraviglia!!


(....) tanto delicato e sincero da sfidare chi vorrà strumentalizzarlo contro l'omosessualità a non cadere nella posizione inversa, e di ritrovarsi cioè ad essere volgari, insinceri, opportunisti.

Grazie Artifact.

My candle burns at both ends / It will not last the night / But ah, my foes, and oh, my friends / It gives a lovely light (Edna St. Vincent Millay)